sowandcrop

all around greens

Fiori edibili.

Lascia un commento

1c194093c2dd833e76c27dd684f05acc

Annunci


Lascia un commento

Pick up from the grass.

Spring means also spontaneous herbs.

I collect them to use in my kitchen as green salad, smoothies, cream or simple green snacks.

DSCF0184

Plantago lanceolata.

DSCF0182

Urtica dioica.

DSCF0183

Rhumex crispus.

DSCF0186

Medicago sativa.

DSCF0191

Cichorium intybus.

DSCF0193

Malva sylvestris.

DSCF0195

Rhumex acetosa.

DSCF0198

Taraxacum officinalis (leaves).

DSCF0196

Taraxacum officinalis (buds).


Lascia un commento

Taraxacum officilalis.

tarassaco3 (2)

È una pianta erbacea e perenne, con una grossa radice a fittone dalla quale si sviluppa, a livello del suolo, una rosetta basale di foglie munite di gambi corti e sotterranei.

Le foglie sono semplici, lanceolate e dentellate  (da qui il nome di dente di leone).

tarassaco3 (4) tarassaco3 (5) tarassaco3 (3)

Il fusto è cavo, glabro e lattiginoso, con all’apice un’infiorescenza gialla, detta capolino. Il capolino è formato da due file di brattee membranose, piegate all’indietro e con funzione di calice, al cui interno si trova il ricettacolo, sul quale sono inseriti centinaia di fiorellini, detti flosculi. Ogni fiore è ermafrodita e di forma ligulata, cioè la corolla presenta una porzione inferiore tubolosa dalla quale si estende un prolungamento nastriforme (ligula) composto dai petali.

La fioritura inizia in primavera e si protrae fino all”autunno. L’impollinazione è entomogama (il tramite gli insetti pronubi)  e anemogama (favorita dal vento). Da ogni fiore si sviluppa un achenio con il caratteristico pappo: un ciuffo di peli bianchi che svolge la funzione di paracaduteper il seme.

tarassaco3

tarassaco3 (1)

tarassaco1

tarassaco4

Cresce ovunque da essere considerata un’ infestante nei prati, negli incolti, lungo i sentieri e ai bordi delle strade.

La raccolta delle foglie viene fatta in primavera quando sono tenere, mentre sia in primavera che in estate si raccolgono i boccioli, e le foglie più mature nel tardo aututnno.

È una pianta mellifera in grado di fornire alle api polline e nettare per fare il miele.

Il tarassaco è ingrediente di un’insalata primaverile depurativa, da solo e con altre verdure.

In Piemonte, dove viene chiamato colloquialmente “girasole”,  lo si consuma con le uova sode in occasione della tradizionale  scampagnata di Pasquetta.

I petali dei fiori possono dare sapore e colore a insalate miste. I boccioli sono utilizzati come i capperi sia sott’olio che sott’aceto.

I fiori passati in pastella e fritti, mentre le tenere rosette basali che spuntano appena finito l’inverno, si possono consumare lessate, saltate in padella condite in entrambi i modi con con aglio e olio extra vergine.

Un utilizzo curioso dei fiori è la marmellata.

La radice tostate viene impiegata per preparare il caffè di tarassaco, un surrogato del caffeè.

Ha azione coleretica, depurativa, digestiva, diuretica e  lassativa.