sowandcrop

all around greens


Lascia un commento

Zucchino: problemi di fine stagione.

Iniziano a scendere le temperature notturne benchè di giorno siano ancora elevate. Questo crea condizioni di caldo umido per lo sviluppo delle patologie fungine. Oidio e peronospora la fanno da padroni per le coltivazioni all’aperto.

Le foglie di zucchino colpite da oidio si presentano ricoperte di fine polverina bianca:

batch_OIDIO-ZUCCHINO2DSCF0159 batch_OIDIO-ZUCCHINODSCF0162

I rimedi sono legati alla somministrazione di sali rameici per via fogliare con scopo soprattutto di tipo preventivo.

Le foglie più colpite vengono rimosse e distrutte con il fuoco, non lasciate sul terreno e neppure aggiunte alla compostiera onde evitare lo spargimento nell’ambiente delle spore.


1 commento

La piralide del bosso.

Quest’anno l’estate ha portato con se una moria di piante di bosso.

Nulla di nuovo o extraterrestre ma solo il favorvole sviluppo della piralide del bosso.

Cydalima perspectalis è il suo nome filiogenetico, arrivata in Italia nel 2011 attraverso la Germania, dove nel 2007 sbarcò un carico di piante di bosso infestato.
I danni sono provocati dall’attività defoliante marcata del bruco della piralide.
batch_PIRALIDE2DSCF0007
 
La lotta prevede l’impiego di sostanze chimiche a base di deltametrina, lotta biologica con Bacillus thuringiensis var. kurstaki
o var. aizawai che ingerito dalle larve ne provoca la morte, trappole ai feromoni che catturano gli adulti, raccolta e distruzione manulae dei bruchi se di numero contenuto.
 
batch_PIRALIDE1DSCF0009  batch_PIRALIDE3DSCF0010


Lascia un commento

Ananas: aggiornamento coltivazione casalinga.

Finalmente dopo 4 tentativi e altrettante ananas mangiate….. due hanno attecchito.

Una ha fatto anche due nuovi burri mentre l’altra ha solo radicato.

 

batch_AnanasDSCF0178

batch_AnanasDSCF0174

batch_AnanasDSCF0175Il segreto? Lasciare il ‘ciuffo’ dell’ananas fresco 10 giorni a seccare all’aria e poi appoggiarlo interrandolo leggermente in vaso con terriccio soffice e bagnare senza esagerare.

DSCF0050


Lascia un commento

Quanto coltivare per persona per anno?

Questa è una domanda ricorrente, e la risposta non è standard a prescindere dall’individuo ma dipende molto da quanta verdura si consuma in funzione del proprio peso e della propria scelta alimentare (vegetariano o vegano), del prorpio stile di vita, dalla presenza di patologie e ultimo ma non trascurabile, dai propri gusti personali.

DSCF0051

DSCF0179

In questo link Brenda cerca di dare delle linee guida per iniziare a produrre in funzione di un obbiettivo di auto sufficienza. Ovviamente ognuno dovrà poi tarare il tutto in riferimento alla propria situazione specifica.

Buona lettura:

www.wellfedhomestead.com/how-much-should-you-plant-in-your-garden-to-provide-a-years-worth-of-food

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 59 follower